In occasione del suo cinquantesimo anniversario, il gruppo Enel investirà 15 milioni di euro nei prossimi 3 anni per supportare start-up italiane e spagnole che operano nella clean technology. Di cosa si tratta? Il termine clean technology racchiude tutto l'ambito delle tecnologie innovative legate alle energie rinnovabili, al riciclo dei rifiuti, alla mobilità e alla produzione sostenibile. Nell'ambito del progetto Enel Lab, a marzo 2013 verranno selezionate sei start-up, le quali beneficeranno di un finanziamento di 650.000 euro ciascuna e di un percorso di crescita all'interno del Gruppo Enel.

Enel Lab è stato presentato in Assolombarda dal Direttore delle Relazioni Esterne di Enel, Gianluca Comin e dal Responsabile Pianificazione Strategica, Alberto De Paoli, nel corso di in un incontro a cui hanno partecipato il Vice Presidente di Confindustria con delega allo Sviluppo Economico Aurelio Regina, il Direttore Generale di Confindustria Marcella Panucci, il Presidente di Assolombarda Alberto Meomartini e il Direttore Generale di Assolombarda Antonio Colombo. Con questa iniziativa il gruppo intende favorire "lo sviluppo di nuove imprese, incoraggiando l'auto-imprenditorialità e l'innovazione come strumento fondamentale di rilancio nella difficile congiuntura economica attuale". Il focus in particolare è sui principali mercati del Gruppo: Italia e Spagna. Il progetto è coerente con la strategia del Governo che sostiene la ricerca, l'innovazione tecnologica e la nuova imprenditoria.

La fase di raccolta delle candidature on-line è stata aperta il 1 luglio scorso e sarà attiva fino al 30 novembre. Possono partecipare alla selezione società regolarmente registrate in Italia e in Spagna, con validata potenzialità di crescita, pronte a presentare un progetto per realizzare prodotti o servizi cleantech-based.

Le 6 start-up migliori, oltre ad accedere al finanziamento, potranno usufruire di un supporto tecnologico e di business e di percorsi di formazione imprenditoriale. Inoltre riceveranno servizi amministrativi, fiscali e legali per un valore massimo di ulteriori 50 mila euro per permettere loro di focalizzarsi solo sul proprio percorso imprenditoriale . Le start up che avranno realizzato i migliori progetti di innovazione industriale potrebbero ricevere poi un ulteriore finanziamento ed essere integrate nel mondo Enel.