Se interessata all'installazione di pannelli fotovoltaici su edifici pubblici, la Pubblica Amministrazione potrà accedere direttamente ai fondi del Quinto Conto Energia, senza prima iscriversi all'apposito Registro.

Lo ha reso noto il Gestore dei Servizi Energetici (GSE), in seguito alle tante richieste di informazioni e chiarimenti pervenuti in merito alle modalità di iscrizione al Conto. In particolare, come riportato nel Decreto Ministeriale del 5 maggio 2011, l'accesso diretto alle tariffe incentivanti per la P.A. è concesso se:

  • "l'edificio o l'area dove sarà installato l'impianto siano di proprietà della PA già alla data di entrata in esercizio dell'impianto e per tutta la durata del periodo di incentivazione";
  • "gli impianti entreranno in esercizio entro il 31 dicembre 2012".

Il GSE ha anche predisposto un memorandum su tutti i documenti che devono essere presentati per beneficiare degli incentivi. In pratica, un avviso ai naviganti: una pratica incompleta equivale a una pratica cestinata. Gli operatori devono prestare molta attenzione a non perdersi nell'iter burocratico e dovranno ricordarsi di:

  • allegare il documento d'identità del sottoscrittore della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, in corso di validità;
  • includere la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà;
  • non modificare, integrare o alterare a mano la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà;
  • verificare che la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà sia interamente leggibile e riporti tutti gli elementi essenziali.

La pratica inoltrata può essere controllata attraverso l'applicazione informatica dedicata, che consente anche di annullare l'invio e ripresentare una nuova domanda, sempre rispettando le scadenze del Registro.