L'ultima indagine di Domotecnica in partnership con Enel Energia parla chiaro: "L'efficienza energetica rappresenta in questo momento storico un'opportunità imperdibile". I risultati, presentati a Torino per il XIV Congresso Nazionale Domotecnica, dimostrano che le famiglie italiane sono ancora piuttosto legate ad impianti di vecchia generazione, poco efficienti dal punto di vista energetico, caratterizzati più dalla presenza di tradizionali stufe (64%) che dalle tecnologie più moderne e green come quelle a condensazione (18%) o le pompe di calore.

Sarà anche dovuto ai tempi non rosei dell'economia, ma anche per l'italiano l'attenzione sul versante dell'efficienza rimane alta. Infatti, il 43% delle famiglie è disponibile a valutare e realizzare interventi di riqualificazione, mentre il 13%, circa 3,3 milioni di famiglie, dichiara di aver programmato, nel corso del prossimo anno, interventi per rendere più ecosostenibili le proprie abitazioni.

L'efficienza energetica, sottolinea Luca Dal Fabbro, presidente di Domotecnica, "rappresenta in questo momento storico un'opportunità imperdibile attraverso tecnologie e prodotti oggi disponibili per la famiglia e la piccola impresa per ridurre la spesa energetica che è divenuta molto rilevante a seguito dei costi dei combustibili. Sapere che ci sono milioni di famiglie disponibili ad ascoltare consigli sull'efficienza energetica e ad effettuare interventi - prosegue Dal Fabbro - rappresenta un chiaro segnale delle potenzialità del comparto, che gli installatori specialisti devono sfruttare. Soprattutto considerando che, per la loro competenza ed affidabilità, sono indicati dalle famiglie come interlocutore principale per affiancarle nel viaggio verso l'efficienza".