La scelta degli elettrodomestici è fondamentale per risparmiare energia elettrica. Costi della bolletta luce ridotti, dunque, se frigorifero, lavastoviglie, forno, eccetera, sono ad alta efficienza energetica.

Parliamo dell'etichetta, obbligatoria per legge, che contraddistingue gli elettrodomestici in base alla loro capacità di consumo. La valutazione è decrescente da A+++, che indica le migliori prestazioni, a G, che individua le peggiori.

Tuttavia, prestare attenzione all'utilizzo degli elettrodomestici è ciò che fa davvero la differenza per ridurre i costi in bolletta. Non basta, ad esempio, avere l'ultimo modello di lavatrice, bisogna anche usarla a pieno carico e nelle fasce orarie in cui l'elettricità costa meno, con l'accortezza di impostare temperature di lavaggio medie.

È buona norma, inoltre, monitorare sempre lo stato degli elettrodomestici, in modo da effettuare gli interventi di manutenzione al momento giusto. Frigo, forno, scaldabagno, caldaia e gli altri dispositivi consumano meno se funzionano bene.

Ricordatevi anche dei dettagli apparentemente insignificanti. Non lasciare in stand by gli elettrodomestici e sostituire le lampadine con quelle a basso consumo fa dimagrire ancora di più la bolletta. Tutti i suggerimenti sono disponibili anche nella guida al risparmio energetico diffusa da Cittadinanzattiva.