Il consumo di energia elettrica quest'anno si assesterà sui livelli di 10 anni fa , con una domanda che, secondo stime Gse, Terna e Aeeg, tornerà sui 300 Terawattora (TWh). A dare un quadro dei consumi energetici negli ultimi anni è stata Assoelettrica, associazione di Confindustria che riunisce le imprese elettriche, alla fine dell'assemblea ordinaria che si è tenuta ieri, in cui è stato eletto anche il nuovo presidente Chicco Testa (ex numero uno di Enel).

Negli ultimi anni gli aumenti in bolletta si sono susseguiti uno dietro l'altro, portando le spese di luce e gas a livelli record. Davanti al caro bollette gli italiani hanno quindi deciso di correre ai ripari, tagliando in particolare sul consumo di elettricità.

"La domanda elettrica in Italia - ha affermato Assoelettrica - ha mantenuto un trend in crescita fino al 2008. Nel 2009 ha subito un drastico calo in concomitanza con la crisi, per poi riprendersi molto debolmente. Ciò nonostante, nel 2012 la domanda si assesterà sui livelli del 2003: siamo tornati indietro di un decennio". Infine, ha concluso Assoelettrica, "la generazione da fonti non rinnovabili (termoelettrico) è così scesa al di sotto dei livelli del 2000, mentre il saldo tra importazioni ed esportazioni è rimasto costante".

Intanto anche gli ultimi dati diffusi da Terna sul consumo di energia elettrica nel primo semestre dell'anno confermano un calo della richiesta, con un -2,8% rispetto ai valori del corrispondente periodo dell'anno precedente.