Anche Enel ha annunciato la sospensione temporanea del pagamento delle bollette di luce e gas per le popolazioni colpite dal terremoto dell'Emilia Romagna. L'importante azienda dei servizi energetici ha dato la notizia tramite un comunicato stampa ufficiale in cui si afferma che, "seguito del Decreto Legge del 6 giugno che disciplina interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dai recenti eventi sismici, le proprie società di vendita, Enel Energia per il mercato libero ed Enel Servizio Elettrico per il mercato di maggior tutela, hanno adottato immediatamente la temporanea sospensione della fatturazione, sia per le forniture elettriche sia per le forniture gas".

La comunicazione di Enel arriva dopo l'annuncio di un provvedimento di urgenza dell'Aeeg che prevede la sospensione delle bollette nelle zone del terremoto. Secondo quanto stabilito dall'Autorità, le bollette dei clienti Enel o Enel energia emesse a partire dal 20 maggio verranno quindi sospese. Per quanto riguarda le fatturazioni emesse prima del blocco e il cui pagamento è già stato inoltrato all'Aeeg, Enel ha fatto sapere agli utenti "che hanno sottoscritto la domiciliazione bancaria, che è possibile chiedere al proprio istituto di credito il blocco del pagamento".

Enel, infine, ha ricordato che in caso di necessità "è possibile richiedere ogni informazione utile presso i Punti Enel, fissi e mobili, presenti nelle principali città e nei Paesi maggiormente colpiti dal sisma, o chiamando i numeri verdi gratuiti (800.900.800 per Enel Servizio Elettrico e 800.900.860 per Enel Energia) disponibili dal lunedì alla domenica, 24 ore al giorno".