L'Autorità per l'energia e il Comando Reparti Speciali della Guardia di Finanza hanno presentato ieri il nuovo Piano di controlli e verifiche per la tutela degli utenti di luce e gas. Il piano, che si sviluppa nell'ambito del Protocollo di Intesa tra l'Autorità stessa e la Guardia di Finanza, mira, in particolare, a verificare il rispetto della regolazione e delle normative per la sicurezza.

Uno degli obiettivi del piano è anzitutto il controllo della buona applicazione delle norme in materia di sicurezza e qualità da parte dei fornitori del servizio energetico, con particolare riferimento al servizio di connessione alla rete elettrica degli impianti di produzione e il controllo sulla "Robin Hood Tax" nei confronti di quegli operatori soggetti al divieto di traslazione sui prezzi al consumo.

In favore della tutela dei clienti finali, inoltre, il piano preverde il rafforzamento di alcuni aspetti relativi alla sicurezza che sono risultati particolarmente importanti in questi anni. Tra questi , Aeeg e Guardia di Finanza si impegnano a rendere più efficiente il servizio obbligatorio di pronto intervento gas, le verifiche sul potere calorifico, la pressione e l'odorizzazione del gas, la registrazione corretta delle richieste di interruzione del servizio di fornitura per l'energia elettrica e gli accertamenti sugli impianti di produzione di energia elettrica incentivata (rinnovabili, cogenerazione, assimilati).