Enel ha annunciato l'arrivo dei rimborsi per i clienti che hanno subito dei disservizi a causa delle "eccezionali nevicate del mese di febbraio" per un importo complessivo di 70 milioni di euro. A comunicarlo è stata la società stessa che in una nota ha anche precisato che "i rimborsi, la cui entità dipende dalla durata della disalimentazione, variano da 30 a 300 euro, per le utenze domestiche, da 150 a 1.000 euro, per le piccole utenze non domestiche (negozi, laboratori fino a 100 kW di potenza), mentre per le utenze industriali dipendono anche dalla potenza contrattuale e possono arrivare fino a 6.000 euro".

Potranno beneficiare del rimborso tutti i clienti Enel che hanno avuto un'interruzione dell'energia elettrica per almeno 8 ore e residenti in Comuni con più di 50.000 abitanti, di 12 ore nei Comuni tra 50.000 e 5.000 abitanti e più di 16 ore nei Comuni più piccoli.

L'importo dei rimborsi verrà accreditato direttamente, senza la necessità di alcuna richiesta, in bolletta da parte delle due società del gruppo Enel, Enel Servizio Elettrico per il mercato di maggior tutela ed Enel Energia per il mercato libero. Le due aziende hanno comunicato di aver già emesso nei giorni scorsi il 90% delle fatture con gli indennizzi e che porteranno a termine l'operazione entro le prossime settimane.