Nuovo mese, nuovo rincaro. Questa volta è il turno dell'energia elettrica che, dal primo di maggio costerà il 4,3% in più. La stangata era già stata annunciata dall'Autorità per l'Energia il mese scorso, (30 marzo), quando era stato approvato l'aggiornamento delle tariffe di luce e gas per il secondo trimestre del 2012. In quella data la bolletta della luce aveva già visto un rialzo del 5,8%, ma l'Aeeg aveva dichiarato la necessaità di un ulteriore aumento per coprire i costi degli incentivi alle rinnovabili e assimilate (componente A3 degli oneri generali di sistema).

Così l'elettricità dal primo di maggio verrà ad essere ancora più cara. In media l'aumento della spesa, calcolato su base annua, per una famiglia tipo nella casa di residenza, con un consumo di 2.700 Kwh l'anno e una potenza installata di 3 Kw, sarà di circa 21,44 euro, che devono essere sommati ai 50 euro in più dovuti al primo aumento. In pratica nel giro di due mesi la spesa per l'energia per i consumatori finali è aumentata del 10%.

La decisione di dividere gli aumenti previsti per l'energia elettrica in due rate da parte dell'Autorità è stata giustificata dal fatto che non si voleva arrivare a un aumento a doppia cifra in una sola volta e dal fatto che si è voluto spingere il Governo a trovare velocemente delle soluzioni per la revisione ai sistemi di incentivazione. E la decisione sembra aver portato a qualche risultato, qualche settimana fa, infatti, sono stati varati i nuovi decreti sugli incentivi a rinnovabili e fotovoltaico.

"L'obiettivo di allora - ha spiegato il presidente dell'Autorità Guido Bortoni - era di richiamare l'attenzione dei decisori pubblici sulla necessita' di rivedere alcuni parametri dei meccanismi di incentivazione."

Per le famiglie si tratta di un ennesimo duro colpo al portafpoglio. Adusbef e Federconsumatori, mettendo in luce tutti gli aumeti delle spese di quest'anno, hanno sottolineato come Imu, Iva, benzina e bollette, costeranno in media circa 2.201 euro all'anno in più per ogni nucleo familiare. Si tratta, affermano le associazioni, di "aumenti insostenibili che determineranno pesantissime ricadute sullo stile di vita delle famiglie e sull'intera economia, che dovrà continuare a fare i conti con una profonda e prolungata crisi dei consumi".

Per cercare il risparmio, il consglio è di guardre alle numerose offerte sul mercato. I consumatori possono utilizzare il servizio di comparazione di SuperMoney, che permette dei confrontare le diverse proposte di molti operatori, come Enel Energia, Edison, Sorgenia e molti altri ancora e di trovare la tariffa più conveniente e adatta a sè.