Sapersi orientare nel mercato libero dell'energia elettrica non è sempre cosa seconda delle proprie esigenze si può quindi scegliere la tariffa migliore per sé, che permetta anche di risparmiare sulla bolletta della luce.

Una delle opzioni possibili, per i consumatori finali, è la tariffa "tutto compreso". Questo tipo di tariffa può essere vantaggiosa soprattutto per gli utenti che sanno gestire in modo attento e preciso i propri consumi . Le tariffe "tutto compreso", infatti, prevedono il pagamento di un prezzo fisso mensile, che comprende un consumo di energia elettrica prestabilito ogni mese. Superata la soglia prevista dall'offerta, il consumo "in aggiunta" può avere un costo anche molto salato, per cui è bene per chi sceglie una tariffa "tutto compreso" non superare il consumo stabilito dal contratto. Per venire incontro alle esigenze dei consumatori, gli operatori energetici in genere offrono "pacchetti tutto compreso" che possono includere consumi più o meno elevati.

È bene sapere che il prezzo delle offerte "tutto compreso" non comprende l'iva e le altre imposte. Il costo della bolletta finale, quindi, dovrà essere calcolato sommando al prezzo dell'offerta pubblicizzata l'iva, che per l'energia elettrica è agevolata al 10%, e le imposte di consumo: queste due voci complessivamente incidono circa per il 14% sul totale della spesa lorda della bolletta luce (dati Aeeg).

Chi sceglie di sottoscrivere un contratto "tutto compreso" deve anche tener conto che il prezzo della bolletta rimane fisso tutto l'anno, quindi è bene fare i propri calcoli per capire se davvero si risparmia sui consumi annuali, tenendo conto del fatto che non ci possono essere delle riduzioni in bolletta in caso di consumo minore di energia, come accade ad esempio nei mesi estivi.

Vediamo ora con il servizio di confronto di SuperMoney quali sono le caratteristiche delle offerte "tutto compreso" di alcuni dei maggiori operatori italiani.

Enel Energia, per i suoi clienti, offre "Tutto Compreso Luce". Questa tariffa permette di scegliere tra quattro opzioni mensili (small, medium, large, extralarge) a seconda dei consumi che si effettuano. Una famiglia che sceglie l'opzione "medium", che consumi fino a 225 kWh/mese (2.700 kWh all'anno), spende 34,50 € al mese più le tasse (offerta valida fino al 22 marzo 2012). Il prezzo è bloccato per un anno.

Sorgenia propone la tariffa "Senza Pensieri", che prevede 11 € al mese per ogni kw di potenza impegnata. Una famiglia "tipo", con un contatore da 3 kW, che consuma circa 2.700 kWh all'anno, avrà una bolletta della luce di 33 € (escluse iva e tasse). Il prezzo della tariffa Senza Pensieri copre fino a un massimo di 100 kWh/mese per kW di potenza contrattuale: superata questa soglia, il prezzo diventa al consumo.

Edison come una tariffa "tutto compreso" presenta "Edison Luce Zero Sorprese Web". Ci sono 10 diverse opzioni di consumo, con un costo mensile che va dai 20 ai 200 € (più le imposte) a seconda dei consumi. Alla fine del contratto annuale, viene effettuato un conguaglio. Chi ha consumato di meno verrà rimborsato da Edison, chi ha consumato più del previsto dovrà pagare la differenza al fornitore.