Nel corso dell'anno scorso i consumatori hanno visto aumentare in modo spropositato le bollette di luce e gas. I consumi energetici hanno fatto registrare dei prezzi da record, non solo per i "fisiologici" aumenti dovuti all'innalzamento del costo dei carburanti, ma anche per i costi dell'energia rinnovabile che colpiscono in particolare famiglie e piccole imprese.

Federico Testa, esperto in questioni energetiche, professore e deputato Pd, in un'intervista concessa al Corriere della Sera, mette in luce la disparità della politica industriale italiana, che fa pesare la parte "verde" dell'energia su famiglie e imprese di piccole dimensioni, mettendo invece al riparo le aziende più grandi, escluse da questi oneri. "Il sostegno è concesso sulla base di criteri meramente quantitativi, senza alcuna selezione di merito o di priorità strategiche. Sarebbe ora di rimettere mano a questo schema logico", ha detto Testa, aggiungendo che a rendere ancora più pesante la bolletta ci sono "una serie di riduzioni di costo riservate ai grandi consumatori che finiscono per essere pagate da chi grande consumatore non è".

La mancanza di una strategia energetica nazionale rappresenta il primo difetto di questo sistema. Sarebbe il caso, inoltre, di rideterminare che cosa debba essere pagato nelle bollette e che cosa, invece, dovrebbe passare alla tassazione generale. Secondo le stime del GSE, infatti, nel 2012 i privati pagheranno ben 10,4 miliardi di euro per contribuire a finanziare l'energia "verde" nazionale, con un incremento del 153% rispetto ai 4,1 miliardi del 2010. Sul fronte delle agevolazioni, bisognerebbe rivedere i criteri di assegnazione. Infine, si dovrebbe puntare sulla generazione distribuita e spostare da Terna e Enel ai produttori di rinnovabili il peso della dotazione di strumenti di accumulo che gravano sulle spalle dei consumatori.

I consumatori, al di là di quelle che sono le componenti fisse delle bollette, per cercare di risparmiare sui consumi di luce e gas possono scegliere, all'interno del mercato libero dell'energia, l'operatore e la tariffa energetica più adatta a sé. Per scoprire quale azienda è più conveniente per sé, basta consultare il sito di SuperMoney che ti permette di confrontare moltissime proposte degli operatori di energia come Enel Energia, Eni, Sorgenia e molti altri.