Buone notizie per il settore dell'energia rinnovabile. Fotovoltaico e energia eolica in Europa stanno crescendo enormemente, ottenendo degli ottimi risultati. Ci sono tutti i presupposti perché gli obiettivi previsti per il 2020 possano essere rispettati. Questo è quanto emerge dal rapporto Strategic Energy Technologies review pubblicato dal Joint Research Centre della Commissione europea.

Nel rapporto, che osserva i risultati ottenuti dalle 15 principali fonti di energia rinnovabile, si legge: "Confrontando i numeri con quelli della review del 2009 emerge una grande ascesa di energia eolica e fotovoltaica, a livello globale invece l'idroelettrico rimane la tecnologia più usata, e copre l'88% dell'elettricità generata da fonti rinnovabili".

Energia eolica ed energia fotovoltaica nel Vecchio continente riscuotono sempre più successo nella produzione di energia elettrica. Per l'eolico, tra il 2008 e il 2010 si è registrata una crescita del 29% per un totale complessivo di 84,3 Gigawatt. Si tratta di una cifra di grande rilevanza perché i Gigawatt installati nel mondo sono in tutto 200. Ancora più importanti appaiono i risultati dell'energia solare. L'energia prodotta da impianti fotovoltaici nel mondo è quasi triplicata passando dai 14 Gigawatt del 2008 ai 39 Gigawatt del 2010, e con una proiezione per la fine del 2011 di 70 Gigawatt. Tra le altre tecnologie monitorate il rapporto riporta il solare a concentrazione, che si avvia a superare i 2,5 Gigawatt nel 2013. Biocarburanti e biomasse hanno già raggiunto il traguardo di 100 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio. L'energia idroelettrica è la principale fonte 'verde' di energia elettrica, con un 11,6% della produzione totale di elettricità.