Eni, azienda italiana leader nella produzione e distribuzione di energia di luce e gas, per affrontare le sfide e le complessità che il mercato energetico mondiale preseterà, punta sull'attività di ricerca e studio per cercare nuove soluzioni innovative e adeguarsi alle nuove esigenze future. Questa è stata la tematica centrale affrontata ieri al "2012 Mit Energy Conference", la conferenza che ha visto riuniti l'Eni e il Mit ,il Massachussetts Institute of Technology (Usa), per approfondire i programmi di ricerca nel campo delle strategie di innovazione svolte dall'istituto statunitense in collaborazione con Eni.

Ad aprire la conferenza sono stati il presidente del Mit Susan Hockfield e quello di Eni Giuseppe Recchi. Quest'ultimo, nel suo intervento, ha sottolineato il ruolo importante che il settore energetico avrà in futuro, in particolare dopo la crisi che sta coinvolgendo in questi anni tutto il mondo. Recchi ha anche evidenziato l'importanza delle tecnologia come slancio nei confronti dei cambiamenti del settore energetico e delle sfide a cui andranno incontro nei prossimi anni le compagnie energetiche.

Proprio la ricerca scientifica e l'innovazione tecnologica rappresentano due punti chiave su cui si concentrano le strategie di Eni, che, in questi anni, per rimanere al passo con le novità e le potenzialità garantite dalle energie rinnovabili, ha cercato anche delle collaborazioni con Università e centri di eccellenza come il Mit.

Con il Massachussetts Institute of Technology, l'alleanza, che ha una durata di 5 anni, è stata siglata nel febbraio 2008, ed è focalizzata su due programmi di ricerca: il primo è il Mit Energy Initiative (Mitei), un'iniziativa che il Mit porta avanti anche con partner esterni e che ha come obiettivo lo studio e lo sviluppo di tecnologie per lo sfruttamento sostenibile delle fonti fossili, in vista di una necessaria trasformazione del sistema attuale dell'energia. Il secondo programma è il Solar Frontiers, che ha l'obiettivo di favorire e accelerare la ricerca multi disciplinare nelle tecnologie solari di prossima generazione.