Dopo il grande successo dell'edizione 2011, torna la prossima settimana "Edifici a Energia Quasi Zero 2012", il tour nazionale promosso da Edilportale e Archiportale in collaborazione con Agorà, che vede come protagonisti i temi della sostenibilità e del risparmio energetico nel settore dell'edilizia.

Dal 19 marzo al 6 giugno il Tour coinvolgerà 15 città italiane: partendo la prossima settimana da Bari, arriverà a Catania, Cagliari, Salerno, Ancona, Pescara, Roma, Perugia, Firenze, Bergamo, Udine, Genova, Torino, Padova e, infine, a Parma, sensibilizzando tutto il comparto edilizio nazionale su tematiche relative all'efficienza e al risparmio energetico. Gran parte del consumo di energia nazionale, infatti, deriva proprio dall'edilizia, che deve essere in prima fila nella ricerca di tecnologie e soluzioni "alternative" che possano avere un minor impatto ambientale.

All'edizione del 2011 di "Edifici a Energia Quasi Zero" hanno partecipato attivamente 10.000 persone tra architetti, ingegneri, geometri, tecnici di imprese e enti locali, professionisti del settore e sono stati coinvolti oltre 1 milione di contatti sul web. L'edizione 2012, puntando sempre sugli argomenti di efficienza e sostenibilità energetica, vuole mostrare come il raggiungimento degli obiettivi stabiliti dalla Commissione europea per la riduzione dei consumi energetici rappresenti una vera e propria esigenza nazionale. Per questo, lo scopo del Tour 2012, come ha sottolineato Ferdinando Napoli, Presidente di Edilportale, è di saper mettere a confronto da una parte le regole a livello nazionale e locale esistenti e dall'altra le possibili soluzioni tecnologiche offerte dal mercato.

Qualche giorno fa è arrivata anche la notizia della partecipazione al Tour "Edifici a Energia Quasi Zero" della sesta edizione dei Sustainable Energy Europe Awards 2012, i premi lanciati dalla Commissione Europea, che spettano ai progetti più innovativi nei settori dell'efficienza energetica e delle fonti di energia rinnovabili.

Tra le novità dell'edizione 2012, è previsto il 'Fondo Kyoto' , cioè i finanziamenti destinanti alle misure per l'efficienza energetica nel settore edilizio e in quello industriale adottate da imprese, cittadini, condomini e soggetti pubblici, che decidono di installare piccoli impianti ad alta efficienza per la produzione di elettricità, calore e freddo, l'impiego di fonti rinnovabili in impianti di piccola taglia e la promozione di tecnologie innovative nel settore energetico.