Dopo l'emergenza gas che si è avuta nei giorni scorsi, parlare di impianti a gas per il riscaldamento che possano garantire efficienza energetica e risparmio sul costo della bolletta, suona non solo come un fatto interessante, ma anche più che mai utile (e necessario). La novità e la sfida per abbattere il costo energetico (e delle emissioni) per il riscaldamento delle abitazioni in tutta Europa, arriva dal progetto europeo Heat4u, che ha come obiettivo quello di realizzare entro il 2015 una linea di pompe ad assorbimento di calore adatte a servire il mercato residenziale europeo.

Il progetto, che vede in prima linea impegnata la Robur di Bergamo (leader mondiale di questa tecnologia), insieme ad altre 14 aziende, mira, entro quattro anni, a fare sì che la "super-caldaia" termica che funziona come una pompa di calore a gas e ad assorbimento superi le caldaie tradizionali, con dei vantaggi sia in termini economici sia di efficienza energetica.

Grazie a questi impianti si può ottenere calore per il 70% tramite il gas e per il 30% sottraendolo all'aria esterna, grazie a un circuito di espansione e condensazione di una miscela di acqua e ammoniaca. Il risultato di tutto questo è un sistema termico che raggiunge un'efficienza del 160%, con una riduzione dei consumi del 40% rispetto anche alle migliori caldaie di condensazione presenti sul mercato.

Heat4u, progetto partito nel 1999 negli Usa, nel 2004 ha cominciato a operare nel campo industriale e attualmente rappresenta una delle maggiori sfide industriali e di ricerca nel settore dell'energia a livello europeo. Con già 6000 pompe di calore (installazioni in prevalenza commerciali), ora la Robur mira a conquistare il mercato del riscaldamento domestico. L'obiettivo, come ha spiegato Marco Guerra, fisico che ha progettato le prime macchine negli Usa, è di "arrivare a dei prototipi realmente confrontabili con le caldaie di riscaldamento attuali, in grado di essere installate negli stessi spazi, con forti economie di scala in produzione, costi contenuti, lungo ciclo di vita e bassa rumorosità".