Italiani attenti all'ambiente e al portafoglio: è quanto emerge da una ricerca commissionata a Nextplora da Ener20, società attiva nel settore delle energie rinnovabili. Questa indagine rileva infatti che l'80% delle persone intervistate è disposto a investire nelle energie pulite e ad abbandonare le fonti di energia tradizionali. I motivi sarebbero essenzialmente due: la volontà di ridurre l'inquinamento ambientale e, soprattutto, l'esigenza di tagliare le spese dei consumi di energia. Il costo delle bollette di luce e gas negli ultimi anni è continuato ad aumentare, diventando una spesa sempre più insostenibile per le famiglie. E i prezzi dell'energia tradizionale non sembrano destinati a scendere: per le prossime bollette si parla addirittura di prezzi da record.

Non stupisce dunque che gli italiani si siano rivolti con sempre maggiore interesse al settore delle energie rinnovabili. Con la prospettiva di risparmiare in futuro, quasi tutti si sono dimostrati favorevoli a uno sviluppo delle fonti di energia pulita. Solo il 6% degli uomini e il 4% delle donne ha dichiarato che non sosterrebbe una spesa iniziale più elevata (ad esempio di 2,5 euro al mese) per abbandonare le energie tradizionali. Dai risultati dell'indagine i più convinti sembrano essere gli uomini (40%),i giovani tra i 18 e 24 anni (45%) e chi vive al Sud o nelle Isole (40%), oppure in comuni dai 20.000 ai 100.000 abitanti (41%). Anche le donne, nonostante qualche dubbio in più riguardo la spesa da dover sostenere, mostrano di essere attente e interessate alla tematica: il 49% ha risposto che forse pagherebbe un corrispettivo di 2,5 euro al mese per abbandonare gas, petrolio, carbone e nucleare, mentre il 30% dichiara che lo farebbe di sicuro.

Questi dati sono confermati anche dall'orientamento degli italiani nei confronti dell'installazione di impianti fotovoltaici. Il 77% dichiara di volere un impianto fotovoltaico per la produzione dell'energia elettrica della propria abitazione. Tra questi l'80% sarebbero donne. Le motivazioni che spingono verso il fotovoltaico sono sempre le stesse: il risparmio energetico e il risparmio economico sulla bolletta luce. Il 76% degli italiani ritiene, infatti, che con un impianto fotovoltaico si possa realmente risparmiare sulle spese dell'energia.

Gianluca Lancellotti, amministratore delegato di Ener20 ha espresso parole di soddisfazione per i risultati dell'indagine: "Sono veramente contento di vedere che dalla ricerca emerge un Paese capace di dare priorità alle tematiche legate alle energie rinnovabili, con la disponibilità delle persone a pagare un piccolo costo per generare nel medio periodo risparmi economici per sé e per gli altri e miglioramenti ambientali".

Anche molte compagnie, per venire incontro alla sempre maggiore richiesta di energie rinnovabili, si sono avvicinate a questo settore negli ultimi anni. Tra queste, ad esempio, troviamo Sorgenia, azienda estremamente sensibile alle problematiche ambientali, che si impegna coi suoi progetti a favorire la diffusione di una politica rivolta al risparmio energetico.