Rispetto dell'ambiente e possibilità di risparmio sulla bolletta di luce e gas sono i motivi principali che stanno portando il fotovoltaico a essere una delle fonti energetiche più gettonate dagli italiani, che vedono nel solare "l'energia del futuro". Secondo i dati del rapporto "Gli italiani e il solare" di Ipr marketing in collaborazione con la Fondazione Univerde guidata dall'ex Ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, negli ultimi anni l'energia solare ha avuto un grande successo nel nostro Paese, tanto che a partire da settembre 2009, il numero degli italiani che è pronto a scommettere su fotovoltaico come "l'energia del futuro" risulta in crescita. Crescono anche "le percentuali di consumatori a favore di eolico, idroelettrico e geotermico e biomasse".

A influire su questi dati saranno gli aumenti continui che in questi anni hanno colpito le bollette di luce e gas e che spingono gli italiani verso il fotovoltaico per cercare di risparmiare (45%); tra le ragioni che spiegano questa preferenza c'è anche il diffondersi di una maggiore coscienza del rispetto ambientale (31%), soprattutto se si guarda al futuro (17%). Il fotovoltaico, insomma, sembra essere la soluzione preferita nel nostro Paese per la produzione di energia elettrica.

Secondo i dati del rapporto, anche se molti nostri connazionali vedono il fotovoltaico come più costoso rispetto alle fonti energetiche tradizionali, le caratteristiche per cui l'energia solare piace sono la sicurezza dei suoi impianti e la compatibilità con l'ambiente. Per cui, da novembre 2009, le persone che hanno pensato di passare all'energia solare per la produzione di energia elettrica sono cresciute dal 54% all'80%.

I più informati sull'energia fotovoltaica sono i giovani del Nord Italia (54%) e gli over 54 (49%), anche se la paura di truffe riguarda proprio il 71% dei giovani e il 55% dei cittadini meridionali. Nella scelta degli impianti fotovoltaici la certificazione di qualità è un elemento fondamentale (69%), mentre il prezzo appare in secondo piano (19%). Giovani e adulti fino a 54 anni, però, ritengono importante il costo degli impianti (27%), mentre sono soprattutto gli over 54 a considerare più importante la qualità (83%).La fine degli incentivi, inoltre, rileva sempre il rapporto, costituisce un motivo di scoraggiamento soprattutto per adulti e residenti nelle regioni meridionali (40%).

Per chi volesse risparmiare sulla bolletta di luce e gas e volesse essere informato anche sul mercato delle energie rinnovabili, il sito di SuperMoney può essere un valido aiuto, perché mette a confronto le tariffe delle compagnie che operano nel settore dell'energia tradizionale per luce e gas e nel settore delle rinnovabili, come Enel Energia e Sorgenia.