La questione dell'efficienza energetica e del risparmio sulla bolletta di luce e gas sono due aspetti di grande interesse per gli italiani, che stanno dimostrando di essere sempre più sensibili verso i problemi relativi alle criticità ambientali e sempre più orientati verso una politica di risparmio energetico. Tuttavia, molte delle persone che hanno intenzione di investire per migliorare l'efficienza energetica della propria abitazione, sono spesso bloccate dalla mancanza di disponibilità economica e quindi rinunciano a cambiare i propri impianti di produzione di energia di luce e gas e a sostituirli con altri che utilizzano fonti di energia rinnovabile.

A proposto di questa situazione di difficoltà che caratterizza soprattutto il ceto medio della popolazione, uno studio americano pubblicato qualche giorno fa dai ricercatori del Lawrence Berkley National Laboratory, propone alcune misure che i gestori dei programmi di efficienza energetica dovrebbero attuare per ridurre i consumi di un nucleo familiare medio, che potrebbe così risparmiare sulle bollette di luce e gas.

Se è ancora importante l'incentivazione all'utilizzo di lampadine led o di elettrodomestici ad alta efficienza, è necessario che i programmi per il risparmio energetico inizino a comprendere anche sostegni finanziari per la riqualificazione degli edifici, volti soprattutto a migliorare l'isolamento o la sostituzione di impianti di riscaldamento o condizionamento. Le proposte del Berkley Lab possono essere utili anche per il Governo italiano e per le società impegnate nel settore delle energie rinnovabili. Per aiutare le famiglie medie a sostenere i progetti per l'efficienza energetica delle loro abitazioni, anzitutto, i programmi dovrebbero offrire degli incentivi a "step" che garantiscano dei piani di riqualificazione a basso costo a cui tutti possano accedere. I rischi degli investimenti dovrebbero essere ridotti con agevolazioni sui prestiti per le famiglie che vogliono attuare programmi di riqualificazione, l'accesso al capitale dovrebbe aumentare e, infine, i programmi pubblici di ristrutturazione edilizia dovrebbero essere più numerosi.

Questi aiuti da parte del Governo e delle aziende del settore aiuteranno a incentivare tutti coloro che vorranno installare impianti per l'energia rinnovabile e risparmiare sulla bolletta di luce e gas, con il conseguente effetto di una maggiore diffusione dell'energia sostenibile in tutto il Paese.

Coloro che hanno intenzione di iniziare programmi di riqualificazione edilizia e di installare impianti per l'energia rinnovabile possono affidarsi alle principali aziende che lavorano nel settore energetico: molte di queste, come Sorgenia, hanno infatti dei progetti pensati appositamente per diffondere l'utilizzo del fotovoltaico e di altri impianti di autoproduzione che prevedono delle agevolazioni anche economiche per le nuove installazioni.

Tutti coloro che vogliono risparmiare sulle bollette di luce e gas possono confrontare le tariffe proposte da molte aziende attraverso il servizio di comparazione di SuperMoney, che permette di valutare quella più conveniente e adatta alle proprie esigenze.