L'utilizzo degli elettrodomestici costituisce una buona parte del consumo dell'energia elettrica delle nostre case, per cui sapere quanto effettivamente consumano può essere molto utile ai fini di un risparmio sulla bolletta della luce. Per rispondere a questa esigenza e per orientare sempre di più i consumatori all'acquisto di elettrodomestici a basso consumo, a partire dal primo dicembre è diventata obbligatoria la nuova etichetta energetica per frigoriferi, congelatori e, per la prima volta, anche per i televisori. E tra qualche giorno, precisamente dal 20 dicembre, l'obbligo delle etichette verrà esteso anche a lavatrici e lavastoviglie.

A differenza dell'etichetta usata fino ad ora che classificava i prodotti a seconda dell'appartenenza a classi energetiche che andavano dalla A alla G, le nuove etichette, seguendo la legislazione europea, introducono e rendono obbligatorie le nuove classi energetiche aggiuntive A+, A++ e A+++, che si allineano con la maggiore efficienza energetica degli elettrodomestici stessi. In tutti gli stati Ue l'etichetta sarà uniforme e sarà costituita da frecce di colori diversi per distinguere le diverse classi di efficienza energetica degli elettrodomestici: se un prodotto avrà la freccia color verde scuro vorrà dire che si tratta di un prodotto ad alta efficienza energetica, mentre un elettrodomestico con una freccia rossa indica che il prodotto è a bassa efficienza. Le etichette inoltre specificano il consumo energetico annuale in kWh. Come aiuto ai consumatori per orientarsi nella lettura delle nuove etichette, il WWF offre sul sito Topten una guida di istruzioni e un elenco dei 10migliori prodotti tra 11 categorie e 50 sottocategorie di prodotto per vedere quali, a parità di prestazioni e caratteristiche, consumano meno energia elettrica permettendo un risparmio sulla bolletta luce.

Questa etichetta, ha commentato Adiconsum, "consente al consumatore di informarsi in maniera accurata sulle performance energetiche degli elettrodomestici e sulle loro caratteristiche, permettendo un confronto tra diversi prodotti per una scelta di acquisto più oculata". Questo, oltre a garantire un risparmio energetico e quindi un minor impatto sull'ambiente, può essere un'opportunità di risparmio non solo sull'energia elettrica, ma anche sull'importo totale delle bollette, che nell'ultimo periodo è diventato sempre più elevato. Le tecnologie più avanzate degli elettrodomestici hanno permesso un miglioramento notevole dell'efficienza energetica negli anni per cui, come si può vedere dall'analisi di Topten, il consumo medio dei televisori si è quasi dimezzato, passando da 94.87 W a 45.91, mentre la durata media di una lampadina è aumentata di circa cinque ore, passando da 11 a 16 ore. Questi dati sul risparmio energetico si riflettono in una diminuzione del peso della bolletta dell'energia elettrica.

Per chi vuole risparmiare sull'energia elettrica è importante anche scegliere una tariffa energetica adatta ai propri consumi. Per valutare le offerte più convenienti e adatte alle proprie esigenze può essere utile il servizio di confronto di SuperMoney, che compara le opzioni tariffarie di molti operatori nel campo dell'energia elettrica, come Enel Energia, Sorgenia, Eni e molti altri, permettendo a ciascuno di trovare quella più conveniente.