L'energia elettrica è al centro delle tematiche affrontate nel convegno organizzato da Enea (l'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile), in collaborazione con i principali istituti universitari nazionali e le societa' partecipate Sotacarbo e FN, tra il 24 e il 25 novembre a Roma, per esporre gli obiettivi raggiunti nei primi due anni nell'ambito dell'accordo tra l'Enea e il Ministero dello Sviluppo Economico.

La ricerca e l'innovazione del sistema elettrico nazionale sono stati gli argomenti cardine che si sono discussi. Nel seminario è emersa l'importanza dell'attività svolta dall'Enea in questi anni: Enea si è impegnata su vari fronti, dal settore delle biomasse, al fotovoltaico, promuovendo sempre tecnologie volte al risparmio energetico e destinate ad andare a favore di tutti i cittadini, dall'energia elettrica pubblica, alle smart city, fino ai nuovi materiali e componenti per i mezzi di trasporto. Efficienza energetica e sviluppo delle rinnovabili sono i punti cardine di tutti i progetti realizzati, così come di quelli futuri.

Nel settore dell'elettricità Enea si impegna in una ricerca che punta a migliorare l'economicità, l'efficienza, la sicurezza e la compatibilità ambientale del sistema dell'energia elettrica nazionale a beneficio di tutti i cittadini. Lo sviluppo sostenibile e l'ottimizzazione del sistema dell'energia elettrica sono dunque le direttive che seguirà Enea anche per i suoi progetti futuri di ricerca e sviluppo in relazione ai possibili cambiamenti strategici nel campo dell'energia, da cui trarranno beneficio non solo le società operative, ma anche i consumatori.

Parte dei proventi necessari per finanziare queste attività è ricavata proprio dagli utenti finali: una componente della bolletta luce è infatti destinata a un fondo per i progetti del programma Enea/MSE. L'impegno di Enea nel settore dell'energia elettrica per il miglioramento della produzione e dell'efficienza del sistema in favore anche di un risparmio degli utenti appare quindi l'orientamento dell'Agenzia anche per i progetti futuri sulle fonti rinnovabili.