Si è tenuta ieri la conferenza sul mercato di luce e gas, che ha visto protagoniste le associazioni dei consumatori nelle proposte per combattere le pratiche commerciali scorrette nel mercato libero dell'energia elettrica e del gas. L'entrata in vigore del libero mercato nel 1999 avrebbe dovuto favorire la concorrenza tra i vari operatori, ma secondo l'Adiconsum le pratiche commerciali scorrette sono in aumento, tanto che nei primi sei mesi dell'anno si è registrato un incremento dei reclami del 50% rispetto all'anno precedente, e ci si aspetta, a fine 2011, che i reclami raggiungano quota 150.000.

La crescita delle pratiche commerciali scorrette sta minando le radici del libero mercato dell'energia, che non riesce quindi a garantire un'adeguata concorrenza ai consumatori. Il segretario generale di Adiconsum Pietro Giordano non ha usato mezzi termini, affermando che "servono più tutele per i consumatori" e che è necessario "intervenire sulle procedure, sul Codice di Condotta Commerciale e sull'informativa dei consumatori". Il 20% dei reclami degli utenti finali di luce e gas che arrivano quotidianamente attraverso una rete di sportelli e il numero verde dell'Acquirente unico, riguardano perlopiù l'attivazione di contratti di luce e gas senza autorizzazione, firme fasulle oppure a carico di altri consumatori, doppie fatturazioni, il non rispetto dei tempi previsti per le richieste di recessione, il rilevamento di errori "seriali" nei dati di fatturazione, mancate letture o conguagli dall'importo eccessivo e la mancata attivazione del Bonus energia e gas per chi ne ha diritto. Si tratta di pratiche molto diffuse e per questo la situazione per i consumatori di luce e gas risulta oramai inaccettabile.

Adiconsum e altre associazioni dei consumatori hanno presentato un documento all'Autorità per l'energia elettrica e il gas con le loro proposte per mettere fine a questa situazione, chiedendo che si agisca in tre fasi: attraverso interventi regolatori di tipo procedurale, con alcune modifiche al Codice di Condotta commerciale e tramite un'informativa ai consumatori.

In attesa di nuovi provvedimenti, i consumatori che vogliono risparmiare sulla bolletta luce e la bolletta gas, possono utilizzare il servizio di confronto di SuperMoney, che, comparando le offerte degli operatori energetici nazionali, può aiutare a trovare la tariffa più adatta alle proprie esigenze.