Luce e gas sono risorse indispensabili, ma spesso, se non usate nel modo corretto, possono rappresentare un serio pericolo per il cittadino .

La questione di impianti di energia ed elettricità non a norma è spesso stata ignorata, ma l'ultimo caso che ha coinvolto un signore palermitano, ha riportato in auge il dibattito: un pensionato, infatti, è morto folgorato mentre apriva la porta di casa alla moglie.

Secondo quanto riportano i dati dell'Inail, l'ambiente domestico è pieno di insidie; una tendenza confermata anche dalla procura di Torino, impegnata nella lotta contro gli infortuni negli ambienti di lavoro.

"Molto spesso - spiega il procuratore Raffaele Guariniello - gli eventi domestici collegati all'uso quotidiano di apparecchiature elettriche vengono archiviati come casi fortuiti. Invece, possono nascondere violazioni e responsabilità da parte dei produttori e fornitori di luce e gas, ed energia. Negli ambienti di lavoro è in vigore una procedura codificata in caso di infortunio, ma per le abitazioni la storia è diversa. Per questo motivo - prosegue Guariniello - abbiamo messo a punto un'iniziativa con gli ospedali per conoscere meglio questi casi, purtroppo molto frequenti".

In Italia, i dati Inail evidenziano oltre 3 milioni e mezzo di infortuni in ambito domestico, con 8 mila casi mortali. Le donne sono le vittime più colpite, soprattutto in cucina (58,1%); contro il 31,1% degli uomini. Ma anche la disposizione dei mobili è causa di incidenti: 87 mila ogni anno. A tutela di chi svolge un impiego casalingo esiste una legge - in vigore da circa dieci anni - che ha introdotto la stipula obbligatoria di un'assicurazione; copertura estesa alle persone dai 18 ai 65 anni che svolgono "in via non occasionale, gratuitamente e senza vincolo di subordinazione un lavoro finalizzato alle cure della propria famiglia e dell'ambiente in cui si dimora".

L'assicurazione garantisce un indennizzo a chi riporta danni non inferiori al 27% o ai familiari degli assicurati in caso di morte. Luce e gas sono i principali nemici, che colpiscono l'utente con i piccoli elettrodomestici. In tutti i macchinari impiegati in officina esistono protezioni all'avanguardia. "In passato - ricorda Guariniello - ci siamo occupati del caso Mulinex. Con maggiore frequenza, invece, delle caldaiette difettose. Si tratta di un problema di carattere generale". L'impianto di energia elettrica è un capitolo a parte e gli esperti consigliano vivamente di effettuare controlli periodici.

Per orientarsi all'interno del libero mercato, mettendosi al riparo da raggiri sempre più frequenti, i consumatori hanno a disposizione svariati strumenti, come il servizio di confronto energia di SuperMoney, che permette di valutare le offerte di luce e gas di numerosi operatori tra cui Enel Energia, Edison, Eni e molti altri e di trovare le offerte più vantaggiose.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.