Il tema bollette luce e gas è sempre attuale e scottante, e attira l'attenzione dei consumatori, soffocati ed esasperati dai rincari portati dall'autunno.

Il CREEF, Centro Ricerche Federconsumatori, aveva già avvertito gli utenti in merito alla "stangata" in arrivo con la bolletta del gas: le tasche si alleggeriranno di ulteriori 45 euro. Gli italiani devono rassegnarsi: non è previsto alcun ribasso sulle bollette del gas. Almeno per il momento.

La notizia, piuttosto sconfortante, arriva direttamente da Guido Bortoni, il presidente dell'Authority per l'energia elettrica e il gas del nostro paese, che ha fatto il punto della situazione durante l'apertura dell'undicesima edizione dell'Italian Energy Summit del Sole 24 ore.

Bortoni, in materia di bollette energetiche di gas ed elettricità, è stato chiaro: "hanno due sistemi di calcolo differenti". Nello specifico, quella relativa al gas viene calcolata in base all'andamento del petrolio nei nove mesi precedenti, e per quasi un anno le cifre del greggio sono state sempre altissime. Gli ultimi ribassi del costo del petrolio, quindi, non avranno nessuna ripercussione positiva sulle spese del gas per le famiglie e le imprese italiane. Almeno non nell'immediato.

Alle sue parole hanno fatto eco quelle di Alberto Biancardi, uno dei commissari dell'Autorità dell'energia: "le prossime bollette del gas, da fine mese, rifletteranno gli aumenti del costo del petrolio".

"Per il futuro - ha poi affermato Bortoni - possiamo probabilmente sperare in qualche variazione positiva verso il basso". La spiegazione è piuttosto semplice e banale, e segue la medesima logica esplicitata da Bortoni per quanto riguarda l'impossibilità di sconti sulle bollette attuali: i cambiamenti sui costi del greggio incidono sulla spesa finale solo dopo alcuni mesi, ragion per cui sarà necessario attendere ancora un po' di tempo prima di poter sperare nel tanto atteso ribasso.

Il numero uno dell'Authority ha concluso il suo intervento in materia di elettricità, sottolineando che, almeno per il momento, non vi è alcuna criticità per le tariffe elettriche.

Un possibile miglioramento della situazione è auspicabile con l'evoluzione delle tecnologie e l'impiego di fonti rinnovabili di energia: "la scelta del mix delle fonti energetiche deve essere non più in un ottica di competizione, ma di collaborazione sinergica, e deve essere definita non più a livello nazionale ma almeno su scala europea", ha affermato Bortoni.

Nell'attesa che i ribassi delle bollette del gas arrivino a dare un po' di respiro alle tasche del cittadino, per iniziare a tagliare i costi di luce e gas, energia ed elettricità è possibile consultare SuperMoney, il portale che mette a confronto le proposte di numerosi operatori tra cui Enel Energia, Eni, Edison e tanti altri