Negli ultimi cinque anni il servizio di fornitura e distribuzione del gas in Italia è migliorato in qualità e sicurezza : è quanto rileva l'Autorità per l'energia elettrica e il gas, sottolineando che i consumatori hanno ricevuto circa un milione di euro di indennizzi dagli operatori di gas per il mancato rispetto della regolazione (come, ad esempio, per ritardi nelle prestazioni o cattiva gestione del servizio di gas). Il merito di questo risultato è in gran parte dei meccanismi di premio e penalità introdotti dall'Aeeg per aumentare la sicurezza, la continuità e la qualità nei servizi di distribuzione e vendita del gas.

Dal 2006 al 2010 le dispersioni di gas sono diminuite del 16% circa; i controlli hanno superato il 50% del totale della rete, superando di gran lunga il minimo previsto. Aumentano anche le verifiche sulla corretta odorizzazione del gas, importante per individuare eventuali fughe di gas. Questi controlli sono progressivamente aumentati negli ultimi sette anni, grazie soprattutto alle campagne di controlli a campione, senza preavviso, realizzate dall'Autorita in collaborazione con la Stazione Sperimentale per i Combustibili e il Comando Unità Speciali della Guardia di Finanza.

Buone notizie arrivano anche dal fronte del servizio di pronto intervento da parte dei distributori di gas: il tempo di arrivo sul luogo di chiamata risulta di circa 35 minuti a livello medio nazionale (a fronte di un limite massimo previsto di 60 minuti). I clienti del servizio gas hanno ricevuto un'assistenza adeguata e servizi di maggiore qualità, ed è anche diminuito il tempo di attivazione della fornitura e di riattivazione in caso di distacco per morositaÌ€.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.