L'autorità per l'energia ha avviato, tramite un primo provvedimento, la sua battaglia contro l'attivazione di contratti non richiesti dai consumatori per la fornitura di luce e gas. In prima battuta, l'Autorità effettuerà un'analisi della situazione per poter acquisire dati aggiuntivi che serviranno, in seguito, per convocare audizioni a cui presenzieranno tutte le parti interessate al fine di trovare soluzioni efficaci e condivise da consumatori, operatori e associazioni del settore energia.

Il procedimento sarà avviato a fronte di un'apposita delibera finalizzata all'eliminazione dell'attivazione di contratti non richiesti di energia elettrica e gas che colpiscono lo sviluppo del settore e la credibilità in materia di concorrenza di mercato. In merito alla questione sono già pervenute all'Autorita' e al suo Sportello per il consumatore numerose segnalazioni da parte di Associazioni di consumatori e di clienti domestici e non.

Le irregolarità piu' frequenti riguardano i casi di contratti luce e gas non effettivamente firmati dai clienti, la non veridicita' della firma, la mancanza di rispetto delle norme sul diritto di ripensamento e la diffusione di informazioni non veritiere da parte di operatori commerciali scorretti per ottenere la firma dei clienti. L'incresciosa situazione, in passato, si era già verificata: sono stati frequenti i casi di Associazioni di Consumatori che hanno raccolto segnalazioni di cittadini che si sono visti attivare contratti non richiesti non solo nel campo dell'energia, ma anche nel settore delle telecomunicazioni, attraverso pratiche commerciali scorrette.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.