L'AutoritaÌ€ per l'energia ha approvato un provvedimento per contrastare l'attivazione di contratti non richiesti per la fornitura di energia elettrica e di gas. In un primo momento l'Aeeg darà il via ad una ricognizione per raccogliere dati; verranno inoltre convocati incontri con tutte le parti interessate per trovare soluzioni rapide e mirate con gli operatori e le associazioni del settore energetico, i consumatori ed altri soggetti coinvolti.

Lo scopo principale di questo provvedimento eÌ€ affrontare "una patologia piuÌ€ deleteria di altre per lo sviluppo e la credibilitaÌ€ della concorrenza, perché mina la fiducia del cliente nei confronti del mercato libero dell'energia elettrica e del gas e delle imprese che vi operano", come specificato dalla Relazione annuale dell'AutoritaÌ€ per l'elettricità e il gas lo scorso 6 luglio.

L'intervento dell'Aeeg è sostenuto da Federutility, la federazione che riunisce le aziende di servizi pubblici locali che operano nei settori di energia elettrica, gas e acqua. "L'attivazione di contratti non richiesti non danneggia soltanto i clienti ma l'intero settore dell'energia. Per colpa di pochi, si rischia di creare un generale clima di diffidenza che danneggia il mercato e chi vi opera - ha detto Adolfo Spaziani, direttore generale di Federutility -. Molti operatori di energia elettrica e gas nostri associati hanno giaÌ€ avviato iniziative di autoregolamentazione e la stessa federazione ne sostiene fortemente l'adozione".

Per orientarsi all'interno del libero mercato dell'energia elettrica e del gas e riscaldamento, i consumatori hanno a disposizione svariati strumenti, come il servizio di confronto energia di SuperMoney, che permette di valutare le offerte di luce e gas di numerosi operatori tra cui Enel, Edison, Eni e molti altri e di trovare le offerte più vantaggiose.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.