Si chiama Trinum, è il primo sistema termodinamico al mondo a concentrazione solare con motore Stirling free piston di piccola taglia, ed è italiano!
È stato presentato alla Zeroemission 2010, la fiera romana dedicata alle energie rinnovabili conclusasi venerdì scorso, ed ha catalizzato l'attenzione degli addetti ai lavori e dei curiosi.

Il sistema unisce tre funzioni insieme: può produrre energia elettrica, acqua calda sanitaria e aria fredda, quantificabili annualmente in 2100 kWh di energia elettrica e 6400 kWh di energia termica. Inoltre è di poco ingombro rispetto ai sistemi tradizionali equivalenti dal momento che l'impianto consiste in una parabola di 4,5 metri posizionabile sul tetto della propria casa. Trinum è conforme alla Direttiva Europea 2009/28/CE e, come se non bastasse, l'impianto è totalmente "green": non emette anidride carbonica, è riciclabile al 100% e produce energia elettrica alternata da immettere direttamente in rete senza bisogno di inverter.

A parità di radiazione solare diretta Trinum produce oltre il 40% di energia elettrica in più rispetto a un comune pannello fotovoltaico, l'efficienza di conversione è costante anche con elevate temperature e non è soggetta a decadimenti nel tempo. Quando piove, grandina o il vento ha una velocità superiore ai 50 km/ora, Trinum si chiude su se stesso proteggendosi dagli agenti atmosferici.

Trinum è il risultato di una ricerca durata cinque anni e svolta da Innova, azienda italiana (con sede in Abruzzo) impegnata in soluzioni energetiche all'avanguardia, in collaborazione con l'Università della Calabria e Microgen. È stato Pierluigi Zappacosta, chairman di Innova e co-fondatore di Logitech, a presentare il sistema sottolineando il forte interesse delle aziende a investire nel progetto e dichiarando di essere "pronti per il mercato italiano, ma anche internazionale".

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e all'attivazione di un link di riferimento.