L'Authority annuncia il contenimento delle bollette in vista dei consumi invernali. Per l'elettricità prezzo calato del 14% dal 2004 grazie alla concorrenza sul mercato.

La concorrenza tra gli operatori sta funzionando nel settore dell'elettricità, ma non in quello del gas. Questo è quanto emerge dalla relazione al Parlamento del presidente dell'Autorità per l'energia Alessandro Ortis.

Proprio per venire incontro ai consumatori l'Authority ha deciso di agire con un contenimento dei prezzi del gas dal prossimo ottobre, in corrispondenza col prevedibile aumento della domanda per gli impianti di riscaldamento.

Se la liberalizzazione del mercato del gas non sta ottenendo i risultati sperati, va meglio in quello dell'energia elettrica. Le tariffe che remunerano i servizi a rete sono diminuite, dal 2004 a oggi, del 5% in termini nominali e del 14% in termini reali. Una riduzione che non ha inciso negativamente sugli investimenti, raddoppiati nello stesso periodo, e sui miglioramenti della qualità del servizio.

Non serve però aspettare ottobre per poter risparmiare sul gas o sull'elettricità, le imprese fornitrici di energia sono numerose e confrontando le loro offerte è possibile avere una bolletta più leggera.

La ricerca di un operatore energetico conveniente e adatto alle esigenze di ogni consumatore può essere facilitata dal sistema di confronto delle tariffe dell'energia di Supermoney. Attraverso il servizio offerto gratuitamente da Supermoney è possibile effettuare uno screening dettagliato sulle tariffe dell' energia elettrica, di gas e riscaldamento e sul dual fuel (gas ed elettricità insieme) offerte di 22 aziende diverse.

Il risultato può essere personalizzato scegliendo se si vuole ottenere energia da fonte rinnovabile o tradizionale, indicando la regione dell'abitazione o dell'impresa, i kWh consumati e anche l'orario della giornata di maggior utilizzo.