Fatih Birol, direttore degli Studi Economici dell'Agenzia Internazionale per l'Energia, ha commentato i dati di una ricerca effettuata dall'Agenzia. Secondo lo studio 550 miliardi di dollari vengono spesi annualmente per i sussidi pubblici sull'energia prodotta da fonti fossili.

Gli incentivi vengono utilizzati per la maggior parte dai paesi in via di sviluppo al fine di tenere sotto controllo i prezzi dei carburanti. Birol afferma che nel caso in cui tali sussidi fossero cancellati la richiesta di energie provenienti da fonti fossili si ridurrebbe considerevolmente ciò garantirebbe dei benefici "concreti e rapidi" ai consumatori che si ritroverebbero diminuzioni considerevoli delle proprie bollette energetiche.

Per essere più precisi lo studio dimostra uno spreco di materie prime da parte dei 37 paesi emergenti di ben 557 milioni di dollari: 312 per il petrolio, 204 per il gas naturale e 40 per il carbone. Per la cronaca il nostro Paese ha usufruito di 4 miliardi di dollari in sussidi per le energie fossili.

Il risparmio sulla propria bolletta di gas naturale è possibile attraverso il confronto tra le migliori tariffe e offerte di gas grazie a Supermoney il portale che ti mette in contatto con i migliori operatori del settore energetico.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento