Il mercato dell'energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, soprattutto di tipo fotovoltaico, globale crescerà fino a raggiungere i 12,7 gigawatt per il 2010 (secondo le previsioni dell'Associazione europea per il settore fotovoltaico, Epia), con un balzo del 76% rispetto al 2009 e si prevede un dominio del settore di Germania e Usa.

In Germania si sta assistendo a un boom di nuove installazioni di impianti per l'energia fotovoltaica, sono molte le persone che si stanno affrettando ad usare gli incentivi per l'energia elettrica fotovoltaica prima della riduzione prevista per giugno. Questo taglio dei contributi preoccupa l'Epia: il rischio di far venire meno la convenienza dell'energia elettrica proveniente dal sole è molto alto.

Anche l'Italia vede le medesime dinamiche nell'erogazione dei contributi pro energia fotovoltaica (o comunque dell'energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili in generale) e della loro applicazione. Oltre 7,8 miliardi di euro sono stati attivati in tre anni di incentivi per gli interventi di efficienza e riqualificazione energetica delle abitazioni e degli edifici. Sono stati stimati in 600 mila gli utenti che hanno richiesto gli incentivi per l'energia elettrica da fonti rinnovabili e ben 27.559 le documentazioni arrivate all'Agenzia delle Entrate. Secondo l'Agenzia delle Entrate, il 55% degli interventi sono stati realizzati nelle regioni del Nord Italia, la percentuale nel Sud rimane ancora piuttosto bassa.

Per scoprire quale tipo di tariffa si adatta meglio alle proprie esigenze, sia per l'utilizzo di energia elettrica da fonti rinnovabili che quella tradizionale, consultare il servizio di confronto tariffe energia elettrica e gas offerto da Supermoney.eu è utile e pratico.


La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento