L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha stabilito che dal 1° luglio verranno gradualmente e progressivamente applicate a tutte le famiglie i prezzi biorari: le tariffe differenziate a seconda dei diversi momenti della giornata e dei giorni della settimana in cui si utilizza l'elettricità. I prezzi 'biorari' per l'energia elettrica e il gas tengono conto del diverso prezzo all'ingrosso dell'energia elettrica: prezzi più bassi la sera, la notte, i fine settimana e i festivi, quando la richiesta di energia è minore e i costi di produzione inferiori e più alti di giorno.

L'energia elettrica costerà di meno dalle 19 alle 8 dei giorni feriali e tutti i sabati, domeniche e altri giorni festivi; questi periodi saranno indicati nella bolletta come fasce orarie 'F2 e F3'. Invece la bolletta lieviterà per i consumi dalle 8 alle 19 dei giorni feriali; questo periodo sarà indicato nella bolletta come fascia oraria 'F1'.
L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha previsto, inoltre, un periodo transitorio di 18 mesi, caratterizzato da una leggera differenza tra i prezzi nei diversi orari. Dal gennaio 2012 verranno applicati prezzi biorari che rispecchieranno realmente il diverso costo dell'energia elettrica all'ingrosso nelle diverse ore.

Per l'applicazione dei prezzi biorari dell'energia elettrica e del gas occorre avere il contatore elettronico. Inoltre nelle prossime bollette si può verificare la potenziale suddivisione dei consumi elettrici se già fossero applicati i prezzi biorari, con le indicazioni delle tre diverse fasce.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento