Il gas sembra essere uno dei prossimi obiettivi dell'economia italiana. Il Consiglio dei Ministri ha appena approvato infatti il testo del provvedimento in materia di gas naturale che segna un punto significativo per la competitività del sistema industriale italiano.

Questa riforma che riguarda il gas naturale è stata accolta con entusiasmo da Confindustria che appoggia il progetto del Ministero dello Sviluppo Economico, che potrebbe premiare l'Italia all'interno del nuovo mercato europeo del gas naturale.

Il decreto legislativo sul gas naturale proposto dal Ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, approvato venerdì scorso in prima lettura dal Consiglio dei Ministri prevede l'aumento dell'offerta del servizio di stoccaggio di gas naturale per importare significativi volumi di gas quando i prezzi sono più bassi e utilizzarli nei periodi rimanenti.


La riforma per la realizzazione di nuove infrastrutture per il mercato del gas, potrebbe essere utile per alcuni obiettivi da tempo nel mirino del Governo: come la promozione della competitività del mercato della piccole, medie e grandi imprese elo sviluppo delle infrastrutture di stoccaggio, consentendo così all'Italia di diventare l'elemento centrale dello sviluppo del gas naturale del sud Europa.


Lo sviluppo degli stoccaggi alla base della nuova riforma risulta molto importante per l'avvio della Borsa del gas naturale, consentendo l'approvvigionamento di significativi volumi di gas dall'estero nei periodi di maggiore disponibilità e di minor prezzo, è infatti la chiave di volta per avviare la Borsa del gas naturale.

Questo riforma sarà importante anche per i clienti industriali con la possibilità di beneficiare dei vantaggi da subito. Sul sito www.supermoney.eu è possibile confrontare le migliori offerte per il gas presenti nel mercato.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.