L'elettricità nel nostro paese ha avuto nei giorni scorsi alcuni segnali di ripresa per quanto riguarda i consumi nel I trimestre del 2010. La crescita del consumo di elettricità è stata trainata soprattutto dalla domanda della grande industria.

L'elettricità però potrebbe beneficiare di altri vantaggi, che la renderebbero più competitiva nei costi e conseguentemente anche nella richiesta.

Le centrali eoliche ad esempio, potrebbero risultare importanti alleate dello sviluppo dell'elettricità.

Secondo diversi studi sul mercato dell'energia in Europa, e in particolare in Germania, Belgio, Danimarca e Spagna, che analizzano l'impatto dell'energia eolica sui prezzi dell'elettricità, non sarebbero solo le emissioni di anidride carbonica a essere ridotte con l'energia eolica, ma anche i prezzi dell'elettricità.

La presenza di energia eolica in maggiore quantità ridurrebbe quindi il prezzo corrente dell'elettricità, con vantaggi importanti per tutti i consumatori. Il risparmio sarebbe fra 3 e 23 euro al MWh a seconda del contesto energetico e della quantità di energia eolica prodotta.

L'energia eolica porterebbe a una riduzione dei costi ad esempio sui prezzi imposti sulle emissioni di anidride carbonica e i bassi costi marginali dell'eolico che riducono le quote di mercato delle tecnologie più costose.

Quindi aumentando la percentuale di eolico ci sarebbero vantaggi non solo per l'ambiente ma anche per i costi dell'elettricità e per le tasche dei consumatori.

Il sito supermoney.eu è utile per valutare e confrontare tutte le offerte e le novità sull'elettricità.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.