Novità nelle bollette degli italiani a partire dal primo luglio, lo stabilisce l'Autorità Garante per l'Energia. Da questa data verranno gradualmente introdotte le tariffe biorarie, ovvero prezzi differenziati a seconda dei diversi momenti della giornata e dei giorni della settimana in cui si utilizza l'elettricità. A tutte le famiglie che non hanno ancora scelto un fornitore per l'energia elettrica dopo l'apertura del mercato, verrà applicata automaticamente la tariffa bioraria. Lo scopo di questa iniziativa dovrebbe essere quello di permettere alle famiglie italiane di risparmiare sulle bollette dell'energia elettrica, concentrando i propri consumi nelle fasce a basso costo.

Questo permetterà anche un utilizzo più consapevole ed efficiente dell'energia elettrica, con effetti positivi sia per le bollette che per l'ambiente. La tariffa bioraria prevede due prezzi divisi per fasce d'orario. Naturalmente quella più costosa è quella diurna, dalle 8 del mattino alle 7 di sera. Quella meno costosa va dalle 7 di sera alle 8 del mattino, compresi i week end. Chi volesse godere della tariffa bioraria potrà passare ad un gestore che la applica. Prima di effettuare un nuovo contratto è bene conoscere tutte le possibilità offerte dal mercato dell'energia elettrica.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e all'attivazione di un link di riferimento.