Bollette dell'energia elettrica più leggere, è possibile, grazie all'uso delle fonti rinnovabili, lo dice il rapporto presentato da Legambiente che riassume la diffusione e lo sviluppo degli impianti ecocompatibili in Italia. Le famiglie italiane riescono a risparmiare sulle bollette dell'energia elettrica e sono fornite di impianti puliti, questo quanto emerge Incrociando i dati ottenuti dalle amministrazioni locali con le elaborazioni del Gestore dei servizi elettrici, i rapporti dell'Enea e le statistiche elaborate dalle associazioni dei consumatori.

Naturalmente la strada per il risparmio sulle bollette dell'energia elettrica è ancora lunga ma i dati forniti da Legambiente sono di buon auspicio. Sono 6.993 i Comuni in Italia dove è installato almeno un impianto ed erano 5.580 lo scorso anno. Strutture che stanno dando forma a un nuovo modello uso e consumo dell'energia elettrica: impianti solari fotovoltaici, solari termici, mini idro-elettrici, reti di teleriscaldamento e pompe di calore.

Molti sono i comuni che producono più energia elettrica di quella che consumano, per questo si auspica che presto saremo noi a vendere l'energia agli altri Paesi. I cittadini che hanno scelto di installare impianti puliti, erano e sono consapevoli che le loro bollette dell'energia elettrica sono diminuite notevolmente. In questo modo il risparmio non è solo energetico ma anche monetario. Sicuramente quest'ultimo è un buon incentivo per chi paga ancora bollette dell'energia elettrica salate.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e all'attivazione di un link di riferimento.