La bolletta di luce e gas subirà un aumento a partire dal 1 aprile, lo ha annunciato l'Autorità Garante. Se per l'energia elettrica si è registrato un calo pari al 3,1%, per il gas l'aumento è pari al 3,6%. La bolletta che giungerà nelle case degli italiani subirà un aumento. La differenza sostanziale tra i costi della bolletta dell'energia elettrica e i costi della bolletta del gas è dovuta alla differenza di efficienza dei due mercati.

Il mercato del gas subisce ancora le posizioni dominanti di alcuni operatori e in più registra mancanze dal punto di vista degli impianti. Per questo l'Autorità Garante ha deciso di avviare un procedimento volto al controllo degli aumenti di prezzi per favorire la libera concorrenza e soprattutto il libero mercato e per tutelare i costi della bolletta dei consumatori. Se si considera che sono poche le famiglie che hanno usufruito della possibilità di passare a un nuovo operatore, questo incentivo, da parte dell'Autorità, arriva proprio al momento giusto. Il libero mercato ha pemesso l'ingresso di nuovi operatori che dovrebbero offrire prezzi concorrenziali a vantaggio delle famiglie, permettendo così di risparmiare sulla bolletta di luce e gas.

Le variazione sui prezzi stabilite dall'Autorità per l'energia sono relative ai prezzi di riferimento del secondo trimestre 2010 e sono destinate ai servizio di Maggior Tutela, per privati e business, che non hanno scelto un operatore che aderisce alle tariffe del libero mercato. Per quanto riguarda la bolletta dell'energia elettrica la spesa media per le famiglie si riduce si circa 13 euro all'anno mentre per il gas la spesa aumenta di circa 34 euro su base annua. La bolletta per le famiglie italiane subirà un aumento del 4%.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.