Novità nel campo del confronto energia: sarà inaugurato sabato 12 dicembre l'impianto di biogas realizzato dall'azienda zootecnica "Stalla sociale di Monastier", uno dei più grandi del Nordest.
Nel confronto sull'energia sarà, quindi, indispensabile tenere conto dell'apporto del biogas: la centrale elettrica della potenza di 999 kilowatt/ora, alimentata da biogas proveniente dalla co-fermentazione anaerobica di biomasse vegetali e reflui zootecnici, sarà in grado di produrre circa 8 milioni di kilowatt l'anno, sufficienti da soli a soddisfare il fabbisogno energetico e il risparmio di oltre due mila famiglie.
L'impianto di biogas di Monastier e' stato realizzato dall'azienda MT-Energie Italia - leader tecnologico nel settore di energia e biogas - con la consulenza tecnica di Pierluigi Navarotto dell'università di Milano, e garantisce l'ampliamento delle possibilità di risparmio, in consumo e in bolletta, nel confronto sull'energia.
Monastier, uno fra i maggiori impianti di biogas, è alimentato quotidianamente con le deiezioni prodotte dai capi all'ingrasso presso la cooperativa - circa 3.500 bovini allevati in un anno - e biomasse vegetali, in prevalenza silomais, coltivate allo scopo sui terreni aziendali - 400 ettari: impiego massiccio di risorse naturali per l'incremento di energia pulita.
Maggiori prospettive di risparmio quindi con il confronto sull'energia pulita, biogas al primo posto per sostenere l'ecologia e il bilancio di oltre 2 mila famiglie.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e all'attivazione di un link di riferimento.