In Conto Energia è un progetto di incentivi che mira a sostenere lo sviluppo e la diffusione dell'energia solare fotovoltaica. Gli impianti fotovoltaici sono in grado di convertire l'energia solare direttamente in energia elettrica, il costo dell'installazione, però, non é sempre accessibile e non pochi sono costretti a rinunciarvi per mancanza di liquidità.

A questo proposito è lungo l'elenco degli istituti di credito che promuovono finanziamenti per la realizzazione di impianti fotovoltaici e, contestualmente, sarebbe sempre da vagliare il supporto del progetto di Conto Energia. Sembra possibile, infatti, riuscire a trasformare la propria abitazione in una piccola centrale elettrica di fotovoltaico, usufruendo degli incentivi pubblici 'in Conto Energia'.

Il risparmio è, sulla carta, un rapporto tra consumo e produzione, il nuovo decreto per Conto Energia, però, complica la situazione e focalizza l'attenzione sul confronto tariffe e sul freno del capitale. Attenzione massima all'incentivo in conto capitale, infatti: paradossale proporre un incremento fino al 50% dell'incentivo cumulabile con il conto energia.

Conseguenza naturale il freno di tutto il sistema, il promotore, infatti, attenderebbe la concessione del finanziamento prima di realizzare l'impianto fotovoltaico rallenatando notevolmente lo sviluppo energetico. I commenti di Assosolare alla bozza del decreto del nuovo Conto Energia, che altresì stima in 1500 MW la nuova potenza incentivabile sono, quindi, negativi: oltre , al timore per l'incremento del conto capitale preoccuapzioni per la potenza troppo limitata e per riduzioni della tariffa sbilanciate. Secondo la bozza, infatti, la tariffa sarà decurtata dell'8-10% annuo mentre, secondo le associazioni di categoria, "dovrebbe essere del 4% ogni anno dopo una riduzione anche dal 5 al 18% nel corso del 2011, per riflettere la curva dei costi degli ultimi anni, che andrà ad affievolirsi negli anni successivi al 2011″, spiega il presidente Gianni Chianetta. ''E' importante -aggiunge - che ci sia una riduzione graduale della tariffa nel corso del 2011 per consentire a chi ha terminato gli impianti quest'anno e preventivato un business plan sulla base della tariffa 2010, di allacciarsi alla rete''.
Situazione indubbiamente complessa sul fotovoltaico e sul conto energia, indispensabile continuo aggiornamento e confronto su tariffe, incentivi, capitali e oggettivi margini di risparmio.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e all'attivazione di un link di riferimento.