Al via i controlli per verificare la corretta rilevazione e trasmissione dei dati sui consumi in collaborazione con le Unità Speciali della Guardia di Finanza.
L'Autorità per l'energia ha avviato una campagna di ispezioni nei confronti di 6 imprese di distribuzione di energia elettrica per verificare la corretta rilevazione e la messa a disposizione alle imprese di vendita, dei dati di consumo dei clienti in bassa tensione, ovvero i domestici e la quasi totalità delle piccole imprese.
Le verifiche sono state disposte a seguito delle segnalazioni di diversi venditori che hanno evidenziato problemi e disguidi nella messa a disposizione dei dati di misura dei consumi in termini di tempestività, precisione e supporti informatici utilizzati. Problemi che possono creare ostacoli ai piani di sviluppo concorrenziale degli operatori.
Inoltre l'Autorità verificherà anche il rispetto degli obblighi legati all'installazione dei misuratori orari per i clienti in alta e media tensione (le medie-grandi imprese), aspetto molto significativo perché i venditori (in base ai dati ottenuti) possano effettuare corrette previsioni sui consumi e, quindi, dimensionare correttamente le proprie politiche di approvvigionamento, ottenendo così una riduzione dei costi che si riflette positivamente sul consumatore finale.
Entrambi gli ambiti di ispezione mirano infatti a verificare l'applicazione di norme che, se correttamente seguite, possono facilitare lo sviluppo di un libero mercato favorevole a consumatori e imprese.

Fonte: Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas - 17/03

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e all'attivazione di un link di riferimento.