Come risparmiare sulla bolletta luce

Scopri cosa pensa la community:
Leggi le opinioni
Ti siamo stati utili?
Raccomandaci su Google

Come risparmiare sulla bolletta luce: la guida di SuperMoney

Risparmiare sulla bolletta dell'energia elettrica è possibile, basta scegliere una tariffa luce conveniente e prestare maggiore attenzione al modo in cui utilizzi l’energia elettrica in casa. La prima cosa che dovrai fare per risparmiare sulla bolletta sarà quindi eliminare gli sprechi di energia in casa e poi verificare che la tua tariffa per l’energia sia davvero conveniente e in linea con le tue abitudini di consumo. In questa guida troverai tutte le informazioni utili per impostare la tua strategia di risparmio e per valutare la convenienza della tua offerta luce.

Se poi, nonostante i nostri consigli e l’adozione di qualche piccola strategia, non dovessi notare significative variazioni sugli importi delle bollette, allora dovrai prendere in considerazione la possibilità di cambiare operatore. In questo caso ti spiegheremo noi come fare e inoltre, usando il nostro comparatore, avrai la possibilità di individuare in poco tempo l’offerta luce più conveniente del mercato e potrai perfino ricevere la consulenza di un nostro operatore qualificato che risponderà a tutte le tue domande.

 

 

Risparmiare sulla bolletta luce: scegli la tariffa che fa per te

Il primo passo da fare per ridurre i consumi energetici è valutare il livello di convenienza della tua tariffa. Per farlo dovrai leggere la bolletta della luce correttamente e comprendere il significato delle varie voci di spesa indicate. Solo in questo modo potrai capire se il servizio offerto dalla tua compagnia è davvero conveniente e soprattutto in linea con le tue esigenze e abitudini di consumo. Infatti una valida soluzione per risparmiare sulla bolletta dell'elettricità consiste proprio nel saper scegliere la tariffa di energia elettrica più adatta al tuo stile di vita e a quello della tua famiglia.

Il primo suggerimento è quello di valutare le condizioni e i vantaggi delle tariffe monorarie e biorarie. Se ad esempio trascorri la maggior parte della tua giornata fuori casa, usando gli elettrodomestici principalmente durante le ore serali e nei weekend, ti converrà optare per una tariffa bioraria in modo da ottimizzare i consumi a seconda della fascia oraria. Se al contrario trascorri molto tempo a casa e i tuoi consumi sono spalmati nel corso dell’intera giornata, potrai optare per una tariffa monoraria, che invece non prevede alcuna variazione a seconda della fascia oraria

Torna su

 

Come eliminare gli sprechi in casa

La seconda cosa da fare per ridurre gli importi delle bollette è eliminare tutte le occasioni di spreco. Se quindi sei solito lasciare gli elettrodomestici e i vari dispositivi elettrici in modalità stand-by, sappi che anche in questo modo stai alimentando i consumi perché i dispositivi continuano ad assorbire energia, anche se non sono in funzione. Presta anche attenzione al modo in cui utilizzi gli elettrodomestici. Ad esempio nel caso della lavatrice e della lavastoviglie cerca di attivarle solo a pieno carico, privilegiando lavaggi a basse temperature.

Un altro suggerimento da tenere ben a mente, soprattutto durante la stagione estiva, riguarda la corretta modalità d’impiego del condizionatore. Ricorda che per rinfrescare gli ambienti puoi anche utilizzare la modalità deumidificatore, in questo modo otterrai lo stesso risultato ma con un consumo energetico nettamente inferiore. Inoltre non sottovalutare i benefici derivanti da una periodica e attenta attività di manutenzione e pulizia dell’impianto.

Può sembrare banale, ma la bolletta luce costa meno se si spegne tutto ciò che è acceso ma che nessuno sta utilizzando. La luce in una stanza vuota, la tv in stand-by, il computer “abbandonato” sulla scrivania, il frigo aperto, la lavatrice e la lavastoviglie mezze vuote ma comunque in funzione, il carica batterie attaccato alla presa ma non al cellulare. Sono tutti esempi di spreco che contribuiscono a far aumentare i costi finali della bolletta.

Torna su

 

Scegli elettrodomestici ad alta efficienza energetica

Anche gli elettrodomestici e le apparecchiature ad alta efficienza energetica possono essere dei validi alleati nella lotta per il risparmio. Se devi acquistarne di nuovi, ricordati di leggere con attenzione le etichette energetiche che racchiudono tutte le informazioni necessarie per valutare il livello di efficienza energetica del dispositivo. Infatti grazie alle nuove disposizioni europee sono diventate ancora più trasparenti e semplici da consultare, permettendo inoltre di avere una stima annuale dei consumi.

Il secondo suggerimento riguarda invece la tipologia di lampadine presenti nella tua abitazione. Se utilizzi ancora i vecchi bulbi a incandescenza dovresti subito sostituirli con delle lampadine a basso consumo o con delle lampadine a led. Con questa semplice sostituzione potrai assicurarti un significativo calo dei consumi elettrici. Ad esempio il risparmio delle lampadine a led può raggiungere anche i 100 euro in soli 12 mesi, senza poi dimenticare la maggiore resistenza e durata rispetto alle vecchie lampadine.

Infine gli elettrodomestici, in questo caso orienta la tua scelta verso soluzioni ad alta efficienza energetica. Ricorda che la classe di efficienza energetica – indicata con le lettere comprese tra la A e la G – è un valido indicatore per stimare i consumi energetici. Se devi acquistare un nuovo elettrodomestico ricorda di optare per la classe A o per quelle superiori (A+, A++, A+++), ormai diffuse presso tutti i principali rivenditori. In questo caso dovrai preventivare un costo lievemente superiore che sarà però ricompensato dal risparmio energetico che otterrai nei mesi successivi.

Torna su

 

Mercato libero o a maggior tutela?

Un’altra potenziale opportunità di risparmio sui costi delle utenze domestiche arriverà il prossimo il 1° gennaio del 2018 con l’abolizione del servizio di maggior tutela per luce e anche per il gas. Entro questa data tutti coloro che non hanno effettuato il passaggio al mercato libero dovranno scegliere a quale compagnia energetica affidare le loro utenze domestiche. In questo caso la scelta della tariffa sarà fondamentale, perché determinerà l’andamento dei consumi e quindi delle spese.

Se quindi sei ancora nel mercato a maggior tutela ti conviene non rimandare troppo la scelta, ma piuttosto iniziare a valutare le varie offerte del mercato senza limitarti alla semplice accettazione della prima proposta del mercato. Per ottimizzare la ricerca e ridurre i tempi, ti consigliamo di utilizzare un servizio di comparazione di tariffe online come SuperMoney. Inserendo i dati nell’apposito form della sezione energia potrai non solo individuare l’offerta che fa per te, ma anche ricevere la consulenza e il supporto di operatori qualificati.  

Torna su

Leggi tutti i commenti